Il sole al tramonto, il vento tra gli ulivi secolari, il verde intenso di una natura madre di creazioni superbe legate inscindibilmente alla loro appartenenza. Tutto questo ed altro ancora evoca la emozionante rassegna degli abiti proposti dalla Maison Celestino con la collezione "Freud" P/E 2021 nella sfilata di presentazione svoltasi presso la storica e elegante Vaccheria Foti di Rossano, terra d’origine del brand.

La collezione si è distinta da subito per la delicatezza della palette cromatica che trova proprio nella natura la sua vera esaltazione, quasi a voler ridare ai nobili tessuti, creati e lavorati dalla Maison, la loro antica origine e la sofisticatezza e semplicità stilistica.

Trenta capi di Alta Moda che, nelle nuances dal bianco al lilla, dal verde all’ecrù, completano un quadro di rinnovata eleganza cromatica e di stile, in cui ancora una volta è il tessuto e la sua laboriosa creazione ad essere i protagonisti indiscussi.

Un nutrito parterre di addetti ai lavori, giornalisti specializzati, fotografi e di ospiti appartenenti al mondo delle istituzioni e del jet set. Tra i tanti invitati anche la giornalista televisiva Simona Branchetti. 

Nel rigoroso rispetto delle vigenti limitazioni sanitarie, il pubblico ha potuto vivere l’intensità creativa di ogni capo, quasi esclusivamente realizzati al telaio e manualmente, utilizzando il metodo tradizionale. Una scrupolosa confezione sartoriale rigorosamente Made in Italy.

La serata è stata condotta con eleganza e professionalità dalla presentatrice Veronica Maya, che della Maison ha voluto indossare un prezioso capo da sera in pura seta.

Numerosi i momenti di assoluta suggestione tra i quali il defilé della apprezzata modella testimonial del brand, Aline Marques, accompagnata da un meraviglioso cane bianco. Emozionate le parole della portavoce aziendale Caterina Celestino, la quale ha voluto salutare il pubblico presente e ringraziare tutti i collaboratori e gli organizzatori dell’evento, sottolineandone l’alta professionalità.

Il gran successo di pubblico e l’ottima riuscita dell’evento, sotto la direzione artistica di Giovanni Scura, hanno senz’altro premiato la scelta della Maison Celestino di sfilare nel proprio contesto territoriale, combinando le esigenze legate alle limitazioni sanitarie con l’opportunità di vedere in passerella i propri abiti nella terra che del brand rappresenta luogo di tradizioni secolari e fonte ispiratrice.

L'Ufficio stampa è stato diretto da Maria Cristina Rigano, le acconciature sono state realizzate da Cat Italia by Pixel C3, il trucco affidato alla Academy di Antonio Riccardo e Nicola Acella. 

 

 

 

 

 

Veronica Maya

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Share This

Follow Us