La stilista Sabrina Persechino ha presentato ad Altaroma "Dynamic" la nuova collezione primavera-estate 2019. La stilista – architetto, le cui collezioni sono inevitabilmente influenzate da contaminazioni proprie del design e da principi e tecniche architettoniche, si è fatta sedurre questa volta dal fascino della geometria, e si è divertita a giocare con il rigore “scomposto” del dinamismo. Linee e piani paralleli, che in seguito alla loro deformazione prospettica, creano movimento nello spazio trasformandosi in curve e convergenze.

La collezione prende il nome di Dynamic, proprio per il “dinamismo” che si crea in seguito a tale deformazione prospettica.

La designer rende le sue creazioni “vive” e “dinamiche”, attraverso un design di pieghe e tagli che ne definiscono le forme degli abiti. E, proprio attraverso tagli paralleli, talvolta divergenti, e plissé convergenti che Sabrina Persechino crea volumi puri ma dinamici, in cui è lo spazio, il vuoto, ad essere il vero protagonista che definisce le forme e il movimento. Istintivamente e sensorialmente il volume puro richiama staticità, razionalità intellettiva, ordine e rigore, mentre il dinamismo suggerisce fluenza, interazioni, che non obbediscono a una progettazione rigorosa e schematica.

Così sui modelli rigorosi degli abiti, i tagli, le pieghe e le pelli creano movimenti ed evoluzioni che danno vita a fluidità e dinamismo. Le laserature e le pieghe delle sete creano suggestioni diverse da ogni angolo visuale che, arricchite dal movimento, suggeriscono indicazioni direzionali e allusioni prospettiche.

Le sete e i pregiati tessuti si tingono di colori neutri ma incisivi come olivite, bianco, nude, rosa, nero. La ricerca di nuove trame e orditi nasce dalla laseratura di tagli paralleli, più o meno profondi, sui tessuti. Outfit rigorosamente lineari e geometrici ma allo stesso tempo femminili.  Immancabili i capispalla e le tute, oltre che abiti da cocktail e da grande soirée. 

Dynamic nasce dalla volontà di modellare silhouette che, pur conservando uno spiccato rigore formale, seguono il libero impulso dettato dalle linee curve, l’elegante susseguirsi di volumi morbidi ed accoglienti, di sensuale eleganza, creando abiti che sono vere e proprie architetture dinamiche e sinuose.

Foto di Maurizio Romani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Share This

Follow Us