E' una regina di Scozia la donna Camaiani A/I 2016/17. Lo stilista marchigiano nei giorni di AltaRoma ha presentato in anteprima la sua capsule collection, un viaggio in Scozia tra highland e castelli, all'interno della galleria dell'antiquario Valerio Turchi in Via Margutta.

E proprio alle torri del maniero di Glamis, residenza natale della regina madre Elisabetta I, fanno pensare gli abiti “conici” che si scostano dal corpo mentre i disegni del ferro battuto delle grate e delle finestre si ritrovano nei pizzi vittoriani e nelle lavorazioni di tessuti “non finiti”.

Traendo spunto dalla “pietra pitta”, il tartan, tessuto simbolo della tradizione scozzese viene ricomposto da gomitoli di lana che si appoggiano alla silhouette e si intrecciano a piccoli pied de poule. Oltre alla lana verde come i prati, cinabro e ocra come le foglie d'autunno, grigio come la nebbia che avvolge le valli, la regina del castello è una Maria Stuarda con la camicia bianca in taffetà e il pantalone spinato per il giorno, mentre la sera indossa lunghi abiti di seta dipinta a mano con i rombi classici del tartan che richiamano l'arlecchino di Picasso e si fondono al pizzo rebrodè che pare magicamente staccato dalla silhouette.

Dopo Roma, la regina di Scozia di Vittorio Camaiani sarà ammirata a Montreal, in Canada, nel museo Mccord, dove nell'ambito di una mostra sulla moda italiana, lo stilista sarà il testimone della manualità e operosità della sua regione. Inoltre sarà il protagonista con la sua sfilata per buyers presenti ai festeggiamenti della Semaine Italienne, nella seconda metà di agosto.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Share This

Follow Us